Guide turistiche per visite guidate in provincia di Cuneo, Torino ed Asti, nei territori dell'Unesco e tra le colline del Piemonte.

Neive: uno tra i borghi più belli d’Italia

Nel cuore della langa del Barbaresco, merita senz’altro una visita il borgo di Neive. Premiato con due importanti riconoscimenti (bandiera arancione del Touring Club Italiano e borgo tra i più belli d’Italia) il paese conserva intatto il fascino di un tempo. Percorrendo i viottoli che si diramano verso l’alto potrete imbattervi in monumentali edifici settecenteschi come il palazzo dei conti di Castelborgo ancora oggi sede di rinomate produzioni vinicole o il palazzo comunale, detto anche “Casa dell’orologio”, opera dell’architetto Giovanni Antonio Borgese. Il punto di partenza della visita è rappresentato dalle due porte di San Rocco e San Sebastiano, Santi a cui gli abitanti di Neive erano particolarmente devoti in quanto invocati a protezione delle pestilenze. Per gli amanti del medioevo merita senz’altro una tappa la  torre civica risalente al 1224 e la dimora dei Cotti di Ceres, magnifico esempio di casaforte medioevale ottimamente conservata. Quest’ultima conserva nella facciata un curioso ex voto: una palla di cannone risalente alla battaglia risorgimentale di San Martino. Due sono le chiese da visitare: la confraternita di San Michele con pianta a croce greca e splendido portale intagliato con i simboli rivoluzionari dei diritti dell’uomo di scuola castellamontiana e la parocchiale dei Santi Pietro e Paolo progettata dal celebre architetto monregalese Francesco Gallo. Ma non di sola cultura vive il paese, a Neive hanno infatti sede un’importante scuola superiore specializzata in servizi enogastronomici e diverse enoteche e cantine con possibilità di degustare un bicchiere dell’ottimo vino Barbaresco accompagnato dall’ottimo salame locale. Tra le eccellenze del territorio degna di nota è la casa museo della “donna selvatica”, singolare distilleria nata dal lavoro creativo di Lidia e Romano Levi. Lidia dava vita alle famose grappe alle erbe mentre Romano realizzava le etticchette scritte a mano e arricchite con frasi poetiche o disegni. Capolavori che hanno dato vita alla cosidetta “arte selvatica” conosciuta in tutto il mondo e ricercata dai collezionisti.

Neive ok

Vi aspettiamo numerosi per una visita!

Per saperne di più:

http://www.borghipiubelliditalia.it/component/borgi/?view=village&id=63&Itemid=218

http://www.distilleriaromanolevi.com/romano-levi/#le-grappe

http://www.comune.neive.cn.it/it/visitare-neive/4-cosa-vedere

http://www.bandierearancioni.it/node/290